Alberto Belli

Alberto Belli

CEO and Content Creator of Bologna-Experience

Stai cercando un alloggio a Bologna? Non perdere l’opportunità, prenota una stanza al nostro bed and breakfast!



Ciclovia del Sole e percorsi ciclabili: da Capo Nord a Malta passando per Bologna

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram

Lo sapevi che la Ciclovia del Sole ora passa anche per Bologna? Sei interessato a scoprire nuovi incredibili percorsi ciclabili a Bologna? Scopri con noi le tratte percorribili che attraversano una delle città più famose d’Italia!

Percorso della Ciclovia del Sole.

Bologna e le piste ciclabili

Da molti anni Bologna è attenta all’inquinamento atmosferico, promuovendo sempre di più lo spostamento mediante l’utilizzo della bici.

A questo proposito il Comune ha redatto il Biciplan, un programma per migliorare le numerose piste ciclabili già presenti nel territorio. Bologna è, infatti, conosciuta anche per il grande utilizzo delle bici utilizzata per muoversi in città. 

A questo proposito, il Comune ha creato dodici percorsi ciclabili che coprono 150 km, tutti dotati di segnaletica stradale per aiutare i ciclisti ad orientarsi meglio. 

Inoltre, per promuovere ulteriormente l’utilizzo di questo mezzo, nel 2018 è arrivata in città Mobike: una piattaforma di bike sharing che offre e-bike disponibili 24 ore su 24 ad un piccolo prezzo. 

Oltre al bike sharing è possibile usufruire di altri servizi a misura di ciclista, per esempio il sistema di marchiatura delle biciclette per scoraggiare i furti e favorire il ritrovamento dei mezzi rubati. Recandosi presso la Dynamo Velostazione, al costo di 5 euro, si può richiedere che venga apposto un marchio indelebile sul telaio con un numero di matricola univoco e riconoscibile, consegnando al proprietario un documento che ne certifichi il possesso. 

Interno dell'officina di Dynamo: la prima velostazione in Italia.
Fonte: Dynamo

Sono tantissime le iniziative che il Comune di Bologna ha attuato per spingere sempre più persone allo spostamento in bicicletta, tra cui incentivi per acquistare le bici e bandi dedicati agli studenti dell’Università di Bologna per avere in comodato d’uso una bici.

L’ultima novità sulle piste ciclabili di Bologna riguarda la Ciclovia del Sole. Scopri con noi che cos’è e perchè riguarda proprio Bologna!

Ciclovia del Sole

La Ciclovia del Sole (o Eurovelo 7) è un percorso ciclabile che inizia a Capo Nord e finisce a Malta, attraversando circa 42 paesi per un totale di 7.400 km. 

Martedì 13 aprile 2021 é stata inaugurata la tratta della Ciclovia del Sole sull’ex ferrovia Bologna-Verona che parte da Mirandola (Tramuschio) e arriva a Sala Bolognese (Osteria Nuova): 46 km realizzati in due anni dalla Città metropolitana di Bologna con un costo di cinque milioni di euro. Attualmente non è completata, infatti sono ancora 14 i percorsi in fase di realizzazione. 

Questo progetto è stato creato dalla ECF (European Cyclists’ Federation) e co-finanziato dall’Unione Europea. 

Porzione di Ciclovia del Sole.
Fonte: WikiCommons

La Ciclovia del Sole permette di conoscere i territori, la storia, le caratteristiche dei Paesi che si attraversano, come per esempio il Lago di Garda e gli Appennini.

Il percorso è considerato uno delle quattro ciclovie nazionali prioritarie insieme alla ciclovia Vento (Venezia-Torino), alla ciclovia dell’Acqua (Caposele-Santa Maria di Leuca) e al GRAB (Grande Raccordo Anulare delle Bici) di Roma.

Sai che un tratto della Ciclovia del Sole passa per Bologna? Continua a leggere l’articolo e scopri la tratta!

Mirandola-Bologna

Il tratto di Ciclovia del Sole che parte da Mirandola (MO) e arriva a Sala Bolognese (BO) attraversa 7 comuni ed ha una lunghezza di 46 km. 

Il taglio del nastro è avvenuto in un luogo simbolico: vicino all’ex stazione Bolognina di Crevalcore, dove nel 2005, ci fu un fatale incidente ferroviario, in cui 17 persone persero la vita. Da quel momento, i binari vennero raddoppiati lasciando il posto alla nuova Ciclovia del Sole.

Questa realizzazione è stata infatti possibile grazie a Ferrovie Italiane, che hanno concesso in comodato d’uso l’ex tratto della ferrovia Bologna-Verona.

Tratto della Ciclovia del Sole da Mirandola a Sala Bolognese: il giorno dell'inaugurazione.
Fonte: WikiCommons

Lungo il percorso sono state create cinque piazzole di sosta dotate di numerosi apparecchi per agevolare i ciclisti come illuminazione, wi-fi, carica cellulare ed e-bike, kit di riparazione, rastrelliere, acqua, tavoli e cestini. Sarà installato anche l’impianto fotovoltaico in ogni piazzola. Inoltre, sono presenti 22 totem turistici che descrivono le caratteristiche dei territori attraversati.

La tratta da Sala Bolognese al centro di Bologna è percorribile grazie alla presenza di cartelli e grazie alle ciclabili già presenti. 

Con l’apertura di questo tratto, ora la Ciclovia del Sole è percorribile da Bolzano fino a Bologna, senza interruzioni per quasi 300 km. 

Il percorso Mirandola-Bologna prevede cinque tappe in diversi comuni prima di arrivare a destinazione: in circa 50 minuti (10 km) si arriva a San Felice sul Panaro, successivamente in 30 minuti (6,5 km) ci si trova a Camposanto. La  tratta prosegue verso Crevalcore in 40 minuti (7,5 km), passando poi per San Giovanni in Persiceto in 45 minuti (9 km) e infine raggiungendo Sala Bolognese in 40 minuti (8 km), prima di arrivare a destinazione in 50 minuti (10 km).

Vuoi fermarti a soggiornare lungo la Ciclovia del Sole? Scopri con noi un hotel particolare!

Bed&Bike

Lungo il nuovo tratto di percorso ciclabile, più precisamente accanto alla stazione ferroviaria di San Giovanni in Persiceto, c’è un Bed&Bike: bed and breakfast particolarmente attento alle esigenze dei ciclisti che offrirà un servizio di deposito e ciclofficina.

Vuoi scoprire i 12 percorsi ciclabili messi a punto dal Comune di Bologna? Continua a leggere!

I 12 nuovi itinerari ciclabili

Abbiamo visto come l’impegno del Comune di Bologna nella promozione all’uso della bicicletta sia stato sostenuto da vari interventi. Lo sviluppo sostenibile è, infatti, un tema molto importante: da qui nasce l’idea di creare 12 itinerari ciclabili a Bologna.

  1. Casalecchio – Bologna – la “Radiale Ovest” è un percorso che costeggia per molti tratti il Canale di Reno, toccando la Certosa, lo Stadio e le zone naturali di Villa Serena e Villa della Filanda (scopri le più belle ville di Bologna con gli articoli Le più belle ville di Bologna e Le ville del contado di Bologna).
  2. San Lazzaro – Bologna – la”Radiale Est” è intitolato al Prof. Carlo Piazzi, pioniere dell’associazionismo ciclabile di Bologna. Il percorso passa per il centro storico, partendo dal Quartiere Savena e continuando per il Quartiere San Vitale. Lungo l’itinerario si potranno attraversare diverse aree verdi e parchi urbani, come il Parco dei Cedri e il Giardino Arcobaleno.
  3. Fiera è uno tra i primi percorsi realizzati. L’itinerario parte da Porta San Donato, attraversando i viali di Bologna, il centro storico e il Parco Don Bosco, per poi arrivare in zona Fiera. (scopri la storia delle antiche mura e delle porte della città)
  4. Arcoveggio – la “Radiale Nord” collega la zona Corticella e la zona Arcoveggio alla cerchia dei viali e al centro storico di Bologna. Il percorso parte vicino alla Stazione Centrale di Bologna, per arrivare fino a Parco della Cà Bura di Via dei Giardini. (Scopri le cinque tappe da non perdere nel centro storico della città)
  5. Percorso Birra che attraversa la parte orientale di Bologna, snodandosi per due aree naturali e poi collegarsi agli itinerari Borgo Panigale e Casteldebole.
  6. Percorso Borgo Panigale collega l’omonima stazione del servizio ferroviario metropolitano agli uffici comunali e al centro sportivo Cavina.
  7. Dozza collega il Quartiere Navile al centro storico e ai viali di circonvallazione. In via Stalingrado, il percorso si sviluppa lungo due grandi corsie ciclabili, superando poi la Tangenziale e l’autostrada Bologna-Padova attraverso la passerella ciclo-pedonale. La fine dell’itinerario si trova in via A. da Formigine, in zona Dozza.
  8. Santa Viola è uno dei più lunghi percorsi ciclabili di Bologna. Partendo dalla Stazione Centrale, si prosegue sulle vie ciclabili di via Boldrini, per poi collegarsi ad altre piste ciclabili, come quella di via Bovi Campeggi e via del Chiù.
  9. Casteldebole è un percorso che si articola in tre rami: il primo è diretto ad est, verso il centro storico, il secondo va in direzione ovest, verso gli orti di Villa Bernaroli e il “Parco Città Campagna” e il terzo collega la zona Casteldebole a quella di Borgo Panigale, passando per il Parco delle Querce fino a via Giacosa.
  10.  Lungo Savena che si sviluppa interamente nel Quartiere Savena, tra Via Genova e Piazzale Atleti Azzurri d’Italia. 
  11.  Pilastro che collega la zona compresa tra il Quartiere San Vitale e il Quartiere San Donato. 
  12.  Mezzofanti che unisce Porta Santo Stefano e i Giardini margherita con la stazione SFM Mazzini.

Se questo articolo ti ha incuriosito, potrebbe piacerti anche Sentieri ed escursioni a Bologna: il Sentiero Italia e la guida “La Via dei Gessi e dei Calanchi a piedi”.

Bibliografia

  • Nori P., A Bologna le bici erano come i cani,  Portogruaro, Ediciclo editore, 2015.
  • Solenni G., Passi e valli in bicicletta. Emilia Romagna. Province di Modena e Bologna, Portogruaro, Ediciclo editore, 2010.
  • Perugini M.G., È facile vivere bene a Bologna se sai cosa fare, Roma, Newton Compton editori, 2016.

Scopri di più

Cimitero della Certosa di Bologna

La Certosa di Bologna: un cimitero museo

Il Cimitero della Certosa di Bologna costituisce sotto molti aspetti un unicum nell’orizzonte delle necropoli moderne dell’Occidente. Questo cimitero fu aperto nel